Le basi da cui trae origine - Neurobica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le basi da cui trae origine

CAMBIARE > NeuroCounseling

Da dove trae origine il Counseling Simbolico Breve o Neurocounseling?

Trae origine dalla sapienza antica dell'oriente e unisce in sè le conoscenze della moderna conoscenza occidentale.

In primo luogo si ispira agli insegnamenti Ayurvedici del Butha Vidya. L'arte di conoscere i meccanismi imprigionanti della mente e di come fare per liberarsene. [Chi inizia il percorso li scopre e li mette in pratica da subito.]

In secondo luogo, si ispira agli insegnamenti presenti nelle Upanishad ed in particolar modo ad un passo commentato dal Buddha dove spiega, in cinque fasi, come il pensiero plasma il destino.
[Passo a passo si capisce, già dal primo incontro, come attuare nuovi modelli di pensiero più in armonia con il proprio essere.]

In terzo luogo, si ispira alle conoscenze della medicina Taoista che prevede, per ogni scompenso o disequilibrio interiore, una serie di concause simboliche, mentali, emozionai e d'organo. (molte di queste conoscenze sono ora appannaggio della Psicosomatica)

In quarto luogo, seguendo quanto sancito dal Butha Vidya e ritrovando le stesse informazioni, si ispira alle scoperte delle neuroscienze moderne. In particolar modo a quanto scoperto dal Neuro scienziato J. Le Doux sul Sé sinaptico. (per questa ragione il suffisso Neuro all'approccio di counseling)

In quinto luogo, si ispira a quanto emerso dagli studi dell'area cosidetta cotruttivista (cosa che è già prevista nel Taoismo e nel Butha Vidya) e all'approccio breve alla soluzione nelle relazioni d'aiuto.
[In media sono sufficienti 5 incontri]

Torna ai contenuti | Torna al menu